Venerdì Freeware #68: Tracktion 4 è ora libero

15/05/2015 di Soyuz

Questa settimana ha saltato un’altra di quelle notizie che competeranno alla fine dell’anno come la notizia più rilevante della scena freeware: la versione 4 del veterano DAW Tracktion è disponibile gratuitamente. Approfittiamo di questo traguardo per rivedere la sua storia… e spiega come ottenerlo, ovviamente.

Tracktion 4 per Linux

Tracktion 4 (versione Linux)

Breve storia di Tracktion

Tracktion è una DAW che nasce dalla mano dello sviluppatore britannico Julian Storer nel 2002. Fin dal primo momento ha optato per un’interfaccia intuitiva, con parametri adattati al contesto, e il tutto in un’unica finestra —cosa insolita nei sequencer dell’epoca, piena di menu e schermate—. Ti ha permesso di trascinare e rilasciare gli strumenti e creare stringhe di filtri ed effetti, tra le altre funzionalità avanzate.

La verità è che è stato immediatamente notato: dal 2003, il noto marchio Mackie ha iniziato a includerlo nelle sue interfacce e mixer e a venderlo nei suoi canali di distribuzione. Abbiamo iniziato a seguirlo con la versione 2, che è stata presentata con una campagna aggressiva in cui si poteva ottenere Tracktion 1 gratuitamente —è stato uno dei punti salienti del NAMM Show of the year 2005—. Nella stessa fiera americana, già nell’anno 2007, abbiamo visto l’arrivo di Tracktion 3.

Poi il silenzio. Dal 2008 non ci sono stati aggiornamenti o annunci ufficiali di Tracktion, fino a quando tutti lo hanno lasciato per morto. Ma nel 2013 Tracktion 4 è stato introdotto a sorpresa, insieme a un accordo con Behringer —che ora lo include in molti dei suoi prodotti. Da lì, ha mantenuto un ritmo di aggiornamenti simile a quello della sua concorrenza: il più recente è Tracktion 6, annunciato a metà febbraio di quest’anno.

Tracktion 4 diventa libero

Questa settimana Tracktion ha annunciato la versione gratuita 4, che era fondamentalmente un lifting e aggiornamento dopo quella pausa di cinque anni che abbiamo appena fatto riferimento. In tutto ciò che è importante è molto simile a come era già nel 2007, ma questo non vuol dire poco: stiamo parlando di una DAW multipiattaforma (Windows, Mac e Linux) che funziona a 64 bit, può caricare VST e anche lavorare con i file video —qualcosa di unico tra i sequencer freeware—. Dopo un po ‘ di adattamento alla sua particolare interfaccia utente, si sarà in grado di fare grandi cose con esso.

Devi passare attraverso un semplice processo per scaricare una copia completamente funzionale di Tracktion 4:

  • Vai alla sezione download ufficiale e scarica il programma di installazione “Tracktion 4 Free”.
  • Registrati come utente e fai lo stesso con la tua licenza Tracktion 4.
  • Installalo e attivalo con il nome utente e la password creati nel passaggio precedente.

Questo è tutto; non dimenticare di raccontarci qui o sul forum la tua esperienza con esso.

Ulteriori informazioni / Tracktion

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.