Ripple, un Incentivo spin-off sostenuto da Corrispondere, lancia la app per il networking professionale

@sarahintampa/6:00 am PST • 8 gennaio 2018

Image Credits:

Un team di ex Esca dipendenti, guidati da Esca originale CTO Ryan Ogle, sono oggi il lancio di una nuova app finalizzate al networking professionale. L’app, chiamata Ripple, mira ad essere una sorta di alternativa mobile-first a LinkedIn che affronta alcuni dei problemi comuni all’invecchiamento, ora di proprietà di Microsoft piattaforma di business networking.

LinkedIn oggi ha una forte attenzione alla ricerca di lavoro e head hunting, che è solo un sottoinsieme di networking professionale, ed è afflitto da problemi come richieste di connessione indesiderate e posta in arrivo spam, tra le altre cose.

Inoltre, LinkedIn è nato nei giorni del web desktop, che da allora ha limitato le sue capacità di sfruttare appieno ciò che mobile ha da offrire, spiega Ogle.

Tuttavia, è attento a chiarire che Ripple (da non confondere con la criptovaluta, a proposito), non è solo un “Esca per il business networking.”

Piuttosto, ci vogliono alcuni dei principi psicologici che hanno aiutato Esca diventare un top app nel proprio mercato, e ha riproposto quelli per l’uso in rete professionale.

” Devi affrontare i problemi con il networking professionale stesso. Non è così facile come solo gettare profili su uno schermo,” Ogle dice di applicazioni concorrenti che hanno cercato di entrare nello spazio di business networking in passato.

“la Gente ha frainteso perché Esca riuscito,” continua. “Certamente, il colpo è stato interessante, coinvolgente e divertente. Ma i motivi per cui Esca riuscito erano molto più profondo di quello. Abbiamo pensato molto alla psicologia del networking e ai problemi what ciò che trattiene le persone e impedisce loro di raggiungere ciò che vogliono ottenere.”

Su altre piattaforme di incontri, era comune permettere alle persone di inviare messaggi a chiunque gli piacesse. Tinder, d “altro canto, spostato l” attenzione su chi è il prossimo, non chi si è tentato di raggiungere e che ti ha respinto.

In questo modo, Esca affrontato lo stress che viene fornito con l’essere sia il perseguito o l’inseguitore. Si collega solo quando una partita è di comune accordo, e non ti mostra una storia del tuo passato “piace.”

Con Ripple, l’obiettivo è quello di adottare un approccio simile alla risoluzione dei problemi alle sfide del business networking, che differiscono da quelle del mondo degli appuntamenti.

Ripple ha avuto il suo inizio come un progetto interno Tinder hackathon. Ma invece di introdurre business networking come una caratteristica Esca (come Bumble ha ora fatto), la società si rese conto che meritava di essere la propria applicazione.

Partita Group di IAC, che possiede Esca e una serie di altri incontri applicazioni, è venuto a un accordo con Esca per spin-off Ripple App Corp. in una società separata e finanziarlo. Partita gruppo ha ora un segreto, quota di minoranza nella nuova applicazione. La società non ha altri investimenti esterni, anche se i fondatori hanno messo alcuni dei loro soldi.

Oltre a Ogle, altri co-fondatori includono il primo sviluppatore Android di Tinder Paul Cafardo e il lead designer di Tinder Gareth Johnson.

Nonostante le affermazioni di Ogle secondo cui Ripple non è solo un’esca al gusto di biz, usare Ripple sembra molto familiare.

Iniziare è abbastanza semplice. Al momento del lancio, l’applicazione è in grado di tirare automaticamente le informazioni da reti esistenti come Twitter, LinkedIn e Google quando ti iscrivi, rendendo la compilazione di profili più veloce.

Sei quindi portato a una schermata in cui è possibile selezionare i tuoi interessi — come vendite, marketing, tecnologia, ecc.

E mentre lo fa sfruttare il meccanismo colpo, tenta di minimizzare l’attenzione di Esca sulle foto mettendo più informazioni di testo sulle schede degli utenti che possono essere visualizzati senza dover lasciare il loro profilo — come la storia di lavoro, competenze, formazione scolastica, connessioni reciproche e gli eventi che frequentano.

Ma, alla fine della giornata, Ripple ti mostra pile di foto che scorri, dicendo “sì” o “no.”

L’applicazione offre inoltre un modo per trovare potenziali connessioni nelle vicinanze, un modo per creare eventi e gruppi altri utenti possono scegliere di aderire.

Più controverso, c’è una funzione “face scan” che — come avrai intuito — ti consente di puntare il tuo smartphone sul volto di qualcuno (o una foto di loro) per trovarli su Ripple.

In teoria, questo dovrebbe essere usato con il consenso — per rendere più veloce aggiungere nuove connessioni e abbandonare l’uso dei biglietti da visita. Non siamo stati in grado di testare questo nel mondo reale per vedere se funziona a distanza, il che potrebbe essere problematico.

Ci sono, ovviamente, altre preoccupazioni con un’app di business networking ispirata a Tinder: il potenziale di molestie da parte di persone che utilizzano l’applicazione per scopi non professionali. Ripple tenterà di affrontarlo attraverso una funzionalità di reporting integrata in una prossima versione (non era pronta per la versione 1, ma la società non si aspetta un gran numero di utenti nei suoi primi giorni, ci è stato detto.)

La segnalazione degli utenti coinvolgerà in seguito anche un mini-gioco basato su swipe in cui gli utenti possono contrassegnare gli altri per una varietà di problemi. Gli algoritmi di Ripple useranno questa attività, combinata con altri segnali, per filtrare i cattivi attori, inclusi non solo i molestatori, ma anche quelli i cui progressi non sono graditi per altri motivi, come reclutatori invadenti o spammer.

“Questo sarà uno dei nostri grandi differenziatori. Saremo molto aggressivi nell’eliminare le persone che stanno facendo le cose per motivi non professionali”, afferma Ogle.

Siamo stati in grado di testare solo la build beta di Ripple, che aveva un numero di bug. Si spera, quelli sono gestiti al momento del lancio.

Ripple è disponibile su iOS e Android, a partire da oggi.

{{title}}

{{date}} {{author}}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.