Joe Gibbs: Il suo Playbook personale

E naturalmente, Dio ha allenato l’allenatore attraverso tutto questo.

“Dovrei dire che sono stati i tre o quattro giorni più trafficati della mia vita”, ammette Gibbs, con un sospiro seguito da una risatina per concludere la dichiarazione definitiva. “Io non sono diverso da un sacco di gente in America. Tutti sono in movimento. Il modo in cui riesco a superarlo è passare molto tempo a parlare con Dio durante il giorno. Il più delle volte, è semplice come ‘ Gesù, aiutami con questo.'”

Forse ciò che distingue Gibbs da tutti gli allenatori che hanno allenato prima di lui è il suo desiderio non solo di condividere le sue vittorie e delusioni di fronte al mondo, ma allo stesso tempo, di condividere la sua vita religiosa con chiunque ascolterà. Un importante educazione fisica trasformato capo allenatore di calcio trasformato proprietario del team NASCAR, Gibbs ha senza dubbio visto gli alti e bassi di una vita ben vissuta. Tuttavia, l’uomo dai capelli grigi con i trofei sullo scaffale e la Bibbia al suo capezzale rimane un vero vincitore in ogni senso della parola confidando nel Signore per la guida e la misericordia e la direzione….anche quando si è sentito andare fuori pista.

“Ogni volta che mi sono messo nei guai a livello professionale, è quando non sono stato abbastanza disciplinato da stare vicino al Signore e rimanere nella Sua parola e chiedere la Sua guida e direzione…”Joe Gibbs

..dice il padre di 74 anni di due e il nonno di otto. “Quando mi sono aperto alle avversità reali, mi sono successe cose traumatiche, semplicemente perché non stavo seguendo il piano di gioco di Dio.”

I suoi inizi

Nato a Mocksville, Carolina del Nord, Gibbs ha guadagnato la notorietà nazionale quando è stato nominato capo allenatore dei Washington Redskins dopo aver servito come assistente allenatore per 17 anni per varie squadre di calcio. Dal 1981 al 1992, guidò la squadra tanto amata a otto apparizioni nei playoff, quattro campionati NFC e tre titoli del Super Bowl. Proprio come Gibbs si stava preparando ad appendere il cappello sulla sua carriera di allenatore di calcio, è stato avvicinato da ex quarterback Dallas Cowboys e buon amico Don Meredith di avviare la propria squadra di corse. Joe Gibbs Racing è stato lanciato nel 1991.

” Sia nel calcio che nella NASCAR, rido sempre che non si è mai più di due ore di distanza dal disastro”, dice Gibbs, che risiede in North Carolina con sua moglie Pat. “Mi lamentavo di questo. Ricordo una volta in piedi sulla pista un giorno dopo che avevamo attraversato alcune grandi delusioni come squadra di corsa…e ho guardato in alto e ho chiesto a Dio: ‘Perché mi succede questo? e mi sono reso conto. Questo è esattamente dove Dio mi vuole. Mi vuole in questi sport in cui non puoi contare su quello che succederà dietro l’angolo e il giorno dopo.”

I piani di gioco hanno un modo di cambiare in un momento di preavviso.

“Non ho una vita in cui tutto è a posto e sai cosa succederà domani e la prossima settimana”, continua Gibbs. “Non è il mondo in cui ho mai vissuto. Penso che se fossi in un lavoro in cui sapevo esattamente come sarebbe stata la vita e che tipo di soldi avrei fatto, penso che non sarei una persona molto carina con cui stare.”

Dimostrando che Gibbs non ha sempre seguito una strada dritta verso il successo, è tornato ai Washington Redskins per un periodo di coaching di quattro anni nel 2004. Ma il richiamo e l’eccitazione della pista e racing team dominato la sua attenzione ed è dove il suo cuore è ora. Entrando nella stagione NASCAR 2015 che supporta una moltitudine di piloti insieme a più di 450 dipendenti nella sua struttura di 250.000 square foot racing team, Gibbs dice ancora che tre campionati NASCAR Cup Series non sono nulla in confronto al rapporto che continua ad avere con Dio.

“Mi sento come se Dio fosse l’allenatore perfetto nel gioco della vita”, dice con entusiasmo, come per irritare le truppe in un discorso pre-partita. “Ci ha lasciato un piano di gioco-La Parola di Dio-e per quanto mi riguarda, non mi piacerebbe altro che passare il resto della mia vita a testimoniare su questo piano di gioco alle persone. La vita è un gioco you io e te ci stiamo giocando, e abbiamo l’allenatore perfetto. Tutto quello che c’è da sapere su come vivere una vita moderna di successo è nel Bible…in La parola di Dio. Se vuoi sapere come siamo arrivati qui, è nella parola di Dio. Se vuoi conoscere le relazioni, è nella parola di Dio. Se volete conoscere la vita, è nella parola di Dio.”

Sembra così semplice, giusto?

Gibbs ammette che non lo è.

“Voglio dire, mi sono messo nei guai finanziariamente anni fa, perché non stavo studiando quello che ha detto sulle finanze”, dice. “Quando ho seguito il piano di Dio, ho avuto un certo successo. Quando non l’ho seguito, mi sono messo in qualche pasticcio.”

Gibbs è stato notoriamente aperto a discutere di questi tempi traumatici nella sua vita, sia pubblicamente che attraverso le storie che ha incluso nei suoi libri Joe Gibbs: Fourth and One (1992), Racing to Win (2003) e Game Plan for Life (2009), dove entra nei dettagli di un affare immobiliare andato male, che lo ha fatto barcollare sulla bancarotta. Ma attraverso tutto questo e attraverso una carriera illustre, Gibbs è sempre tornato alla spina dorsale degli insegnamenti di Dio per tutto il sostegno di cui avrebbe potuto avere bisogno.

CIRCONDANDOSI DI BRAVE PERSONE

Sia attraverso la sua vita come allenatore di calcio vincente o come proprietario di una squadra di gara di successo, Gibbs ha sempre fatto riferimento alle sue squadre come famiglia. Sono quei membri della famiglia che non solo lo hanno aiutato a vedere il successo, ma sono anche quelli che hanno camminato al suo fianco durante il suo viaggio religioso.

Non si tratta sempre di trovare le persone giuste.

Si tratta di trovare persone veramente buone.

” Per avere successo come leader, devi davvero sapere cosa motiva la tua squadra e cosa la scoraggia”, dice Gibbs, i cui due figli, JD e Coy, lavorano al fianco del padre nel Joe Gibbs Racing team. “Se ho i giusti giocatori di calcio 50 che mi circondano, sarò un allenatore di successo. Se mi circondo con 450 brave persone nella mia squadra di corsa, avrò le persone giuste che ci aiuteranno tutti ad avere successo.”

Naturalmente, essenzialmente la raccolta a mano delle persone giuste è qualcosa con cui Gibbs ha molta esperienza e qualcosa con cui è cresciuto per imparare a fare in modo più efficace ogni anno che passa. Gibbs ha ricevuto molti elogi con la costruzione di squadre di calcio di campionato con giocatori che hanno avuto carriere mediocri con altre squadre.

A volte, devi guardare più lontano del foglio delle statistiche.

“Ricordo che gli scout venivano da me quando allenavo il calcio parlandomi di quanto pesava un potenziale giocatore e di quanto in alto potevano saltare e di tutte queste statistiche che erano relativamente facili da quantificare…e tornavo sempre a chiedere semplicemente che tipo di persona fossero”, dice. “Come team leader, può essere difficile assemblare un gruppo di persone che si dedicano al successo come squadra piuttosto che mettere al primo posto i loro obiettivi individuali.”

CAMMINARE NELLA FEDE

Mescolare la sua vita di fede con la sua vita professionale è sempre stato della massima importanza per Gibbs, che inizia volutamente ogni settimana con il gruppo esecutivo di Joe Gibbs Racing in prayer. Eppure, è il momento personale in cui si siede da solo con Dio che Gibbs sembra fare tesoro di più. ” Il mio tempo di studio è di solito la sera prima di andare a letto, concentrandosi sulla parola di Dio e ascoltando i nastri”, spiega Gibbs. “E durante il giorno, non necessariamente vado da Lui in preghiera formale. E non riesco a sentirlo parlare con me. Ma quando riesco a vedere le cose divampare o non riesco a spiegare perché certe cose stanno accadendo o soprattutto quando ho bisogno di prendere alcune grandi decisioni, vado da Dio per chiedergli di guidarmi attraverso questo.”

Quando gli viene chiesto di tutti i versi che tende a vivere, Gibbs ridacchia.

“Non sono davvero un tipo di ragazzo in versi”, ride di cuore. “Non è che studio consapevolmente solo una scrittura o qualcosa del genere. Mi piace solo esporre i Suoi principi nella Parola di fronte a me.”

Naturalmente, non importa quanto sia forte la sua fede sembra essere, Gibbs dice che ha incontrato la sua parte di oppositori religiosi nel corso degli anni, sia personalmente che professionalmente.

“Farò dire alla gente: ‘Joe, come siamo arrivati qui?”e racconto sempre la stessa storia”, esordisce. “Guarda un orologio. Ha una lancetta dei secondi e una lancetta dei minuti ed è piuttosto complicato. Chiedo alla persona se credono che ci fosse un orologiaio che ha fatto quell’orologio. Non l’hanno incontrato o visto, ma credono che ci sia stato qualcuno che ha fatto quell’orologio. Quindi, guardi la terra e vedi uomini e donne e piante, e non è solo il buon senso che c’era un creatore di questo mondo?”

Gibbs dice che ha fatto la sua missione di testimoniare alle persone in questo modo, durante i momenti fugaci in cui il dubbio può persino superare ciò che sa è vero nel suo cuore. “Se mi imbatto in qualcuno che cerca di condurre una vita moderna di successo day ma che si oppone alla parola di Dio perché è stato scritto più di 2000 anni fa in qualche libro di spessore con un sacco di strano language…it può essere difficile per me convincerli”, dice Gibbs. “Personalmente ritengo che la parola di Dio contenga i princìpi secondo cui tutti dovremmo vivere, e per quanto mi riguarda, ho deciso di seguirla attraverso il mio piano personale di gioco per la vita.”

Tuttavia, Gibbs ha i suoi tempi di dubbi. Uno che pesa molto sul suo cuore è stato il recente incidente in pista in cui è stato coinvolto il suo ex pilota Tony Stewart, in cui il 20enne Kevin Ward Jr.è stato tragicamente ucciso al Canandaigua Motorsports Park di New York.

” Ho visto molte tragedie e l’unica cosa che so fare è pregare per le persone coinvolte”, dice Gibbs. Sentendo il bisogno di aiutare i giovani con le lotte della vita, è stato determinante nell’aiutare a fondare Youth for Tomorrow, una casa residenziale per giovani, una scuola privata e un centro di consulenza per ragazze e ragazzi adolescenti a rischio nell’area metropolitana di Washington nel 1986. “Le tragedie si verificano a volte nella vita. Succede sempre. Eventi orribili si svolgono ogni giorno. Ma quando vedo qualcuno che fa male, cerco sempre di sollevarlo in preghiera e lasciare che Dio faccia il resto.”

LA SUA SPINA DORSALE PERSONALE DI FEDE

Attraverso tutto questo, Gibbs dice che si è sentito estremamente grato di essere in grado di appoggiarsi a vari partner di responsabilità per tutta la sua vita. ” Il mio insegnante di scuola domenicale da quando ero un bambino è stato uno dei miei partner di responsabilità più preziosi per tutta la mia vita fino alla sua scomparsa circa venti anni fa”, ricorda Gibbs. “Non ha mai giocato un solo sport. Lui, invece, suonava il pianoforte. Ma mi ha fatto da mentore attraverso tutti gli alti e bassi della vita, sia personalmente che professionalmente.”

E poi c’è la donna che è rimasta dietro di lui e accanto a lui quando le telecamere si sono spente e le partite e le gare sono state passate.

” Quando mia moglie Pat e io siamo d’accordo su qualcosa, non abbiamo mai commesso un errore”, conclude Gibbs. “Quando ho provato a fare qualcosa da solo, mi metto nei guai. Ma sì, è sempre stata un grande incoraggiamento per me, e mi ha aiutato a prendere decisioni nel modo più spirituale. Ho anche entrambi i miei ragazzi che lavorano con me, così abbiamo anche arrivare a trascorrere un sacco di tempo insieme. Sono fortunato in questo modo. E poi c’è la mia famiglia di corse, molte delle quali mi appoggio molto.. Sono fortunato ad avere un grande gruppo che mi circonda in ogni momento.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.