Displasia cemento-ossea periapicale: caratteristiche clinicopatologiche

La displasia cemento-ossea periapicale (PCOD) è una rara lesione benigna, spesso asintomatica, in cui il tessuto fibroso sostituisce il normale tessuto osseo, con osso metaplasico e cemento neoformato. Presentiamo un raro caso di PCOD mandibolare in una donna di 55 anni, che ha presentato un moderato gonfiore e mobilità dei denti 32-33-34. La radiografia endorale ha mostrato che questi denti erano stati devitalizzati; avevano tasche parodontali profonde e marcate radiotrasparenza radicolare; gli apici della radice mostravano radiotrasparenza mista e radio-opacità. I risultati clinici e radiografici hanno portato a una diagnosi di osteite rarefatta periapicale, e i tre denti sono stati così estratti. A causa della persistenza del gonfiore e del leggero dolore post-estrazione, è stata eseguita una scansione tomografica computerizzata con fascio di cono; ciò ha mostrato una lesione mista radiotrasparente e radio-opaca nell’area dei denti estratti. Una biopsia ossea dell’area interessata è stata presa per la valutazione istopatologica; una diagnosi di PCOD è stata resa. Questo caso dimostra l’importanza di un’indagine completa quando un paziente presenta dopo l’estrazione del dente con presa non-guarigione, dolore e gonfiore. Per gestire questi rari casi è necessario un approccio multidisciplinare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.