A review of issues of dietary protein intake in humans

Considerevole dibattito ha avuto luogo sulla sicurezza e la validità di un aumento delle assunzioni di proteine sia per il controllo del peso e la sintesi muscolare. Il consiglio di consumare diete ad alto contenuto proteico da parte di alcuni professionisti della salute, dei media e dei libri di dieta popolari è dato nonostante la mancanza di dati scientifici sulla sicurezza dell’aumento del consumo di proteine. Le questioni chiave sono la velocità con cui il tratto gastrointestinale può assorbire gli aminoacidi dalle proteine alimentari (1.3 a 10 g / h) e la capacità del fegato di deaminare le proteine e produrre urea per l’escrezione di azoto in eccesso. Il livello accettato di fabbisogno proteico di 0,8 g x kg(-1) x d (-1) si basa su requisiti strutturali e ignora l’uso di proteine per il metabolismo energetico. Le diete ad alto contenuto proteico d’altra parte sostengono livelli eccessivi di assunzione di proteine dell’ordine di 200 a 400 g/d, che possono equivalere a livelli di circa 5 g x kg(-1) x d(-1), che possono superare la capacità del fegato di convertire l’eccesso di azoto in urea. Pericoli di proteine eccessive, definite come quando la proteina costituisce > 35% dell’apporto energetico totale, includono iperaminoacidemia, iperammonemia, iperinsulinemia nausea, diarrea e persino morte (la “sindrome da fame di coniglio”). Le tre diverse misure di definizione dell’assunzione di proteine, che dovrebbero essere viste insieme sono: assunzione assoluta (g/d), assunzione correlata al peso corporeo(g x kg(-1) x d (-1)) e assunzione come frazione dell’energia totale (energia percentuale). Un’assunzione massima di proteine suggerita in base alle esigenze corporee, alle prove di controllo del peso ed alla prevenzione della tossicità proteica sarebbe approssimativamente del 25% del fabbisogno energetico a circa 2-2, 5 g x kg(-1) x d(-1), corrispondente a 176 g di proteine al giorno per un individuo di 80 kg con una dieta di 12.000 kJ/D. Questo è ben al di sotto del range teorico di assunzione massima sicura per una persona di 80 kg (da 285 a 365 g/d).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.